Intervista a Elisa Rolle

3cSalutiamo la nostra amica Elisa!

Nome: Elisa Rolle
Attività: Blogger e Scrittrice
Orientamento affettivo: Ha importanza?
A dire il vero un mio amico gay mi ha suggerito che probabilmente io sono un uomo gay nel corpo di una donna… o meglio, una drag queen nel corpo di una donna visto la mia passione per i vestiti 🙂Elisa, benvenuta! È un vero piacere averti qui con noi.
La nostra prima domanda è: parlaci del tuo blog, Rewiews and Ramblings, in cui racconti storie di coppie omosessuali, interviste e arte in ambito LGBT. Com’è nata quest’idea?
Ho sempre avuto una passione per le storie vere, l’arte (che piace a me) e l’archiviazione… quindi ogni volta che leggevo qualcosa che mi piaceva avevo l’istinto di classificarlo, un blog, con la possibilità di postare e taggare i post è sembrata la risposta; non avrei mai pensato di superare il milione di visite mensili sul mio sito/archivio (elisarolle.com)

Hai di recente pubblicato “Days of Love”, la raccolta di tante, tantissime coppie omosessuali nella storia e nell’attualità, appartenenti al mondo dell’arte, dell’attivismo, politica e dello spettacolo. Come sei arrivata a dare concretezza a questo progetto?
In realtà non era la mia intenzione. Ero contenta con il blog e di postare le storie (che per la maggior parte avevo già raccolto), ma poi un mio amico, Vincent Virga, mi ha detto che la maggior parte delle persone non erano a conoscenza di questo patrimonio LGBT e che sarebbe stato giusto avere un libro che raccogliesse le esperienze di vita vera, specialmente per dare fiducia ai giovani, giovani che arrivano alla realizzazione di essere gay e si sentono spaesati, come se all’improvviso, non appartenessero più a nessuno, perché il mondo dice loro che sono sbagliati. Vincent per esempio è in una relazione con il suo compagno dal 1965 e loro lo considerano un matrimonio da molto prima che fosse legale negli Stati Uniti.

Vuoi raccontare ai nostri lettori qualcosa di questa tua avventura letteraria con Days of love? Quali risultati e quali soddisfazioni ti ha portato?
A parte l’enorme soddisfazione mentre lo stavo scrivendo di ricevere le adesioni da tante coppie che ammiravo (il compositore di Jersey Boys, uno dei più famosi musical di Broadway, il coreografo della versione all-male di The Swan Lake, un senatore degli Stati Uniti d’America, un giudice della Corte Suprema Australiana…), penso che la soddisfazione più grande sia stata quando Stathis Orphanos, incluse nel libro con il suo compagno Ralph Sylvester, e che mi ha anche donato molti dei ritratti che ho usato, ha incluso Days of Love nell’archivio che è stato acquisito dalla Biblioteca del Congresso a Washington, ed il curatore della biblioteca mi ha chiesto di autografare la copia che conserveranno.
Inoltre, attualmente, Days of Love è:
– Winner in the LGBT Non-Fiction Category of the 3rd Annual Beverly Hills International Book Awards
– Finalist in the GLBT Category of the 2015 Next Generation Indie Book Awards
– Honorable Mention in the Gay Category of the 2015 San Francisco Book Festival
– Finalist in the LGBT Non Fiction Category of the 9th Annual National Indie Excellence Awards
– Finalist in the Gay & Lesbian Non Fiction Category of the 6th Annual International Books Awards
– Honorable Mention in the General Non Fiction Category of the 2015 New York Book Festival
Per il Next Generation Indie Book Award, che esperti del settore mi hanno detto essere abbastanza importante, ho anche ricevuto una medaglia!

In questi ultimi anni l’opinione pubblica mondiale si è concentrata parecchio sulle istanze del mondo LGBT. Vuoi dirci la tua in merito?
Che altro dire se non che era ora? Io trovo che ignorare i diritti di una parte della popolazione mondiale che è sempre esistita sia anacronistico. L’omosessualità esiste in natura, e il limitare le relazioni al puro concetto della riproduzione, svilisce le relazioni stesse secondo me. L’amore è universale e non deve essere limitato al puro atto sessuale che porta alla riproduzione. Negare che sia amore se il sentimento è tra persone dello stesso sesso è come dire che un sentimento è vero solo se c’è un atto sessuale riproduttivo… e allora tutti i grandi amori della storia mai consumati? Non erano amore?

Hai dei progetti futuri che vuoi condividere con noi?
Lo so a cosa Francesco sta puntando, una traduzione in Italiano di Days of Love. Ci sto pensando, ma a dire il vero penso che, se lo facessi davvero, dovrei anche riscriverlo/integrarlo per dargli un punto di visto più “italiano” o almeno più europeo. In questo momento il libro è molto USA-centrico, e va bene per il mercato dove l’ho presentato, ma per l’Italia andrebbe adattato. Un’altra idea che mi gira in testa è di raccontare i luoghi dove hanno vissuto le coppie di Days of Love, molti dei quali ho visitato per il libro e che meriterebbero una spazio tutto loro.

WP_20150718_004Grazie ancora Elisa per essere stata con noi. Chi volesse conoscerla meglio, può farlo consultando la sua biografia!

Biografia Elisa RolleIl sito di Elisa è una dei blog più completi dedicato esclusivamente alla letteratura, arte e filmografia LGBT mai realizzato. Lei è una donna in carriera (un altro modo di dire pessima casalinga…), il lavoro di Elisa l’ha portata in giro per il mondo, eppure in qualche modo è riuscita a trovare il tempo per recensire libri, scrivere articoli e intervistare autori per il suo sito e poi libro. Negli ultimi anni, Elisa ha anche lanciato i Rainbow Awards, un premio annuale che giudica centinaia di titoli LGBT in decine di categorie.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...